Consiglio Comunale approva il Baratto Amministrativo. Il Sindaco Forte: «Siamo tra i primi Comuni della Città Metropolitana ad aver adottato tale strumento».

Altamura, tra i primi Comuni della Città metropolitana, si è dotata finalmente dello strumento del Baratto Amministrativo. È stato approvata durante la seduta del consiglio comunale del 15 giugno 2017 l’istituzione del “Baratto Amministrativo”.

Si tratta della possibilità, in presenza dei requisiti, di poter “barattare” una posizione debitoria nei confronti del Comune con la prestazione di un servizio per il bene pubblico. Gli interventi possono riguardare la pulizia, la manutenzione, l'abbellimento di aree verdi, piazze, strade ovvero interventi di decoro urbano, di recupero e riuso, con finalità di interesse generale, di aree e beni immobili inutilizzati, e in genere la valorizzazione di una limitata zona del territorio urbano o extraurbano.

In relazione alla tipologia dei predetti interventi, i comuni possono deliberare riduzioni o esenzioni di tributi inerenti al tipo di attività posta in essere. L'esenzione è concessa per un periodo limitato e definito, per specifici tributi e per attività individuate dai comuni, in ragione dell'esercizio sussidiario dell'attività posta in essere. Tali riduzioni sono concesse prioritariamente a comunità di cittadini costituite in forme associative stabili e giuridicamente riconosciute.

«L’Amministrazione Comunale – ha dichiarato il Sindaco Giacinto Forte – dimostra ancora una volta sensibilità nei confronti di coloro che si trovano in una situazione economica precaria. Ringrazio l’assessore al Bilancio, dott.ssa Ada Bosso, per essersi impegnata al raggiungimento di questo importante obiettivo».